Con la campagna di crowdfunding di Noi e il cancro - Volontà di Vivere supporti il percorso di sostegno psicologico per pazienti oncologici.
64.17% Raised
€3.080 donati su €4.800 di traguardo
21 Donors
La Campagna è terminata

 

IL PROGETTO

“Insieme è meglio” è un progetto che offre un percorso di sostegno psicologico per i pazienti oncologici dedicato a 8 utenti e include sia un ciclo di psicoterapia individuale (10 sedute) che un ciclo di incontri di gruppo di auto mutuo aiuto (10 incontri).

Gli obiettivi sono:

1. Dare supporto e sostegno al paziente oncologico durante il percorso di malattia.
2. Mettere in relazione persone che stanno vivendo l’esperienza oncologica.
3. Migliorare la qualità della vita del paziente oncologico e favorire il suo benessere psicologico indirettamente sia in ambito familiare che comunitario e lavorativo.
4. Sviluppare nuove consapevolezze

Abbiamo bisogno anche di te per realizzare questo progetto.
Aiutaci a raggiungere il nostro obiettivo di raccolta fondi: 4.800 euro! 

 

IL TUO CONTRIBUTO

Come puoi aiutarci?
Qualunque sia il tuo contributo, il sostegno a questo progetto concorrerà a migliorare la qualità della vita di una persona malata che vive nel nostro territorio, grazie alla psicoterapia individuale e di gruppo curata da professioniste specializzate in ambito oncologico:

Con una donazione a partire da 20 euro: contribuirai a sostenere parzialmente 1 seduta individuale di psicoterapia.
– Con una donazione a partire da 40 euro: contribuirai a sostenere 1 seduta individuale completa di psicoterapia.
– Con una donazione a partire da 60 euro: contribuirai a sostenere 1 incontro completo del gruppo di auto mutuo aiuto.

 

PERCHE’ SOSTENERCI

La diagnosi di tumore comporta uno sconvolgimento psicologico nella persona, così come il percorso terapeutico. È necessario intercettare la vulnerabilità che ne scaturisce e intervenire in tempo con specialisti competenti.
La relazione con un professionista per sedute individuali di psicoterapia e la condivisione con persone che stanno affrontando la malattia, attraverso la terapia di gruppo, possono fare molto, perché aiutano ad esternare le paure, ad affrontare il forte impatto emotivo che ne consegue e allo stesso tempo permette di trovare in sé risorse inaspettate che sono di aiuto nelle varie fasi di terapia.

Anche se l’aspettativa di vita di un paziente oncologico è notevolmente aumentata – grazie ai progressi della scienza – le diagnosi di cancro continuano a crescere; le conseguenze non riguardano più il singolo individuo, ma tutta la comunità che ruota attorno ad esso, dalla famiglia, all’ambiente lavorativo, alla cerchia di conoscenti e amici. Offrire un adeguato supporto aiuta il paziente ad uscire da una sorta di isolamento, a sentirsi sostenuto e a favorire un recupero delle relazioni esterne. Migliorare la qualità della vita dei pazienti oncologici ha un effetto benefico anche sulle loro reti relazionali, compresa la collettività (familiari, amici, colleghi di lavoro) e dona dignità alla persona.

Per avere maggiori informazioni sul progetto scrivete a associazione@volontadivivere.org

Vedi e condividi il nostro video: